Quali sono i simboli del Porto Antico? Tutti pensano al Bigo, ché e anche il marchio della nostra società. Ma ce ne sono altri, altrettanto iconici. Li abbiamo divisi per elementi: aria, acqua e terra.

Aria. Le “girandole”.

Si parla sempre del Bigo, che è subito lì a fianco, ma le nove girandole, invece, che sono nell’insieme una scultura a vento, si tende a dimenticarle, forse perché sovrastate dall’enormità del Bigo. Eppure fanno di tutto per farsi notare.

Candide e slanciate, con le vele che ruotano sempre, anche se c’è soltanto un alito di vento. E quando il vento invece c’è, e soffia forte, le vele, accondiscendenti, non lo contrastano, e lui ci scivola sopra e le accarezza. Alzi gli occhi e le vedi svettare sopra di te in fila, placide sullo sfondo azzurro terso o volteggianti tra nuvole bianche.

Sono puro movimento, reso visibile da invisibili energie, strutture eleganti in apparenza semplici e invece governate da complessi meccanismi.  Un’armonia che tiene unite forze opposte: sono la vita che scorre comunque, un invito alla leggerezza e a guardare con gli occhi dei bambini.

Susumu Shingu, l’artista giapponese che le ha create, le ha intitolate “Il vento di Colombo”:

Quando la Terra è comparsa, il vento soffiava già, per
me il vento è l’assoluto, io traduco soltanto il messaggio dalla natura in movimento”.

Suggerimento: ascoltare, guardando, il messaggio del vento!

Acqua. Il Bigo.

Poi naturalmente c’è lui, il grande protagonista. Il Bigo è stato il simbolo delle Colombiane, e la sua sagoma si è così affermata, da diventare un’icona di Genova. Il Bigo ti impressiona per la levità che emana, e che ti sorprende in un arnese così maestoso, per l’armonia di questa installazione che è statica, eppure suggerisce il movimento.

Quando l’ha immaginato, come “focus” e “simbolo memorabile” della manifestazione legata al mare e alla navigazione, Renzo Piano si è ispirato alle gru a palo brandeggiabile che stavano sulla coperta delle navi da carico, e i cui bracci si chiamavano appunto “bighi”.

I bracci rastremati del nostro Bigo sono dei sigaroni bianchi che si aprono a ventaglio da una piattaforma che emerge dall’acqua, sorprendendoti come una tentacolare creatura marina tuttavia rassicurante. Diversi per lunghezza, collegati da una tessitura di funi e di cavi, creano un disegno che si staglia maestoso tra mare e cielo.

Una parte dei bracci regge la copertura a tenda di Piazza delle Feste, l’altra, con l’estensione maggiore che misura settanta metri, la cabina di un ascensore panoramico, che ruotando lentamente sul suo asse sale a quaranta metri per una panoramica a 360° della città.

Suggerimento: lasciarsi portare in alto per una piccola emozione!

Terra. La Bolla.

La Bolla, o la Sfera, o anche la Biosfera. Un’aggiunta imprevista del 2001 al progetto inziale del Porto Antico, un nuovo simbolo da legare a Genova.  

Come in una di quelle preziose sfere di cristallo da collezione, intravedi da fuori un mondo in miniatura. Un giardino botanico in scala ridotta, dove osservare da vicino, immersi in un microclima complesso e avvolgente, tartarughe, rettili e insetti che si muovono liberamente nel loro habitat. L’ibis scarlatto, il raro uccello tessitore, il diamante mandarino, e poi  le felci arboree in vaso più alte al mondo,  l’orchidea con i frutti della vaniglia, l’albero della gomma, la pianta del cacao: tutte testimonianze dal vivo, a pochi metri e tutto intorno, della bellezza e della fragilità di un ecosistema ormai sempre più a rischio di estinguersi.

Acciaio e vetro dalle ardite curvature, posata sull’acqua, la Biosfera è insieme sogno esotico e calcoli di precisione. 20 metri di diametro e 14 tonnellate di peso, 32 meridiani e 11 paralleli, 330 giunzioni di fusione, oltre 4000 mq di volume, il controllo del clima interno con sistemi computerizzati che regolano le temperature e muovono l’aria con moti convettivi e correnti lamellari.

Suggerimento:  immergersi nella suggestione di natura e architettura!

Informazioni:

Bigo – Ascensore panoramico
www.acquariodigenova.it/bigo

Biosfera
www.biosferagenova.it

Il vento di Colombo (le girandole).
intorno al Bigo, en plein air!