Una struttura privata a sostegno della Meeting Industry italiana.

Federcongressi&eventi, l’Associazione di riferimento delle aziende del settore congressuale, lancia fra i propri Associati, una campagna di adesioni alla costituzione del Convention Bureau Nazionale privato.

Dopo la firma di luglio 2013 di un Protocollo di Intesa per il rilancio del settore fra ENIT, Regioni e Federcongressi, e la collaborazione con altre le Associazioni impegnate nel rilancio del settore turistico italiano (Confcommercio, Federturismo, Federalberghi e Confesercenti) si è giunti a un’intesa sulla creazione di un organismo interamente privato al quale potranno aderire le imprese di settore e che avrà come obiettivi promuovere la Meeting Industry Italiana, in particolare sui mercati esteri, vendere l’Italia quale sede di congressi, meeting ed eventi di incentivazione e comunicazione e supportare la domanda internazionale e nazionale nell’attività di ricerca delle location.

Tempi e contenuti.

Il Convention Bureau Nazionale avrà natura privatistica e sarà costituito con la forma di un Contratto di Rete di Imprese tra soggetti privati quali convention bureau territoriali, club di prodotto e aggregazioni d’imprese congressuali, sedi congressuali (centri congressi, alberghi con sale congressuali, dimore storiche, spazi per grandi eventi, spazi istituzionali, spazi non convenzionali).

E anche prevista la possibilità di partecipazione alla rete di società di servizi partecipate dagli organismi promotori dell’iniziativa, il cui oggetto sociale sia inerente agli obiettivi della rete.

Sarà garantito, attraverso convenzione, il necessario raccordo con le Regioni e con l’ENIT, ai quali compete lo svolgimento delle attività promozionali finanziate con fondi pubblici, e con i quali il nuovo percorso è stato pienamente condiviso, nonché con strutture territoriali interessate all’iniziativa che, pur perseguendo finalità analoghe, non abbiano la natura giuridica di impresa, nonché infine con altri operatori del settore interessati all’iniziativa che non siano proprietari e/o gestori di location.

La forma della Rete di Imprese è stata scelta per realizzare uno strumento agile e snello, mantenendo al minimo i costi di struttura.

 Per aderire gli interessati hanno tempo sino al 15 giugno.