Stiamo lavorando per voi, che portate i vostri eventi qui, al Centro Congressi di Genova. Ci teniamo che troviate tutto in ordine. Chiuso il primo semestre con buona soddisfazione, approfittiamo della pausa estiva per le consuete attività manutentive.

Stucco e pittura fan bella figura.

I ripristini delle pareti sono a ciclo continuo nel corso di tutto l’anno. Ma ora, con la struttura tutta per noi, ci scateniamo con spatole e pennelli.  Nei Moduli passiamo in rassegna le file delle colonne, per cancellare gli ultimi segni e scrostamenti di incontenibili affissori seriali.

Una squadra di tecnici controlla accuratamente attrezzatura tecnologica e cablaggi. Ad altri sono affidati il check accurato delle porte del router wifi e dei cavi per la distribuzione elettrica, e il controllo delle lampade in tutta la struttura. E poi, riparazioni varie ed eventuali.

Ma il pezzo forte, quest’anno, è la sostituzione della prima tranche di moquette dell’Auditorium, nelle platee e sul palco.  Eh sì, ne aveva bisogno: migliaia di suole strisciate, anno dopo anno, lasciano segni irrimediabili.

L’operazione non è stata indolore, sotto tutti i punti di vista. L’investimento economico è stato ingente, la lavorazione assai impegnativa. Una squadra di una dozzina di operai ha lavorato intensivamente per tre settimane.

Ma che fatica!

La sala principale del Centro Congressi di Genova ha un layout del tutto particolare. Le due platee opposte degradano sino a convergere sul palco centrale; le sedute poggiano su una base che diffonde il condizionamento. La sostituzione della moquette non è pertanto cosa banale!

Tradotto in dati, l’intervento manutentivo ha significato:

etichettatura, smontaggio e immagazzinamento di 860 sedute. Questo ha implicato la rimozione di 924 braccioli assicurati con 3696 viti e lo svitamento di 3440 bulloni di fissaggio delle basi alla soletta;

scollegamento e smontaggio di 78 led segnapasso;

rimozione della vecchia moquette: circa 1700 metri quadrati;

ripristino della soletta scrostata dopo la rimozione del tessuto: stuccatura e rasatura;

posa del nuovo rivestimento;

ritaglio dei fori che consentono il passaggio dell’aria condizionata dai dotti sotto la soletta alla colonna di  ogni seduta. Sono 860 buchi;

ritaglio dei 78 fori per il ricollocamento dei led segnapasso, previo ripristino del collegamento elettrico;

riposizionamento di sedute, bulloni e viti;

controllo della funzionalità delle 860 ribaltine dopo le varie movimentazioni;

pulizia e igienizzazione delle 860 sedute;

smaltimento di 7700 Kg di moquette.

 sostituzione moquette

 Rosso, color dell’energia.

E’ stato scelto un tessuto di pregio, dalle particolari caratteristiche di resistenza, stabilità, densità, resa acustica. Sono state fatte diverse prove di bagno di colore per individuare il punto di rosso corrispondente il più possibile a quello voluto nel 1992 da Renzo Piano per l’Auditorium dei Magazzini del Cotone.

Luminoso, pulsante ed espansivo, il rosso sprigiona energia. Visto dall’alto della passerella tecnica, il nuovo rivestimento sembra quasi brillare sotto la luce dei fari di sala.

E quale sarà il primo evento a inaugurare la moquette della sala principale del Centro Congressi di Genova? Lo scoprite nel nostro calendario!