Presentato a Milano Food for Good – From meetings to solidarity,  progetto congiunto di Federcongressi&eventi, Banco Alimentare ed Equoevento Onlus, nato da un accordo firmato a Roma il 27 marzo scorso in occasione della Convention Nazionale di Federcongressi&eventi.

Scopo del Progetto è garantire il riutilizzo degli avanzi di cibo realizzati negli eventi di catering durante i meeting e i congressi.

Stop agli sprechi.

Poiché, secondo i dati Istat, sono oltre 10 milioni le persone  in stato di povertà in Italia (dei quali 6,3 milioni in povertà assoluta e oltre 1 milione sono bambini tra zero e cinque anni), le tre organizzazioni hanno concordato di operare per aggiungere una nuova fonte all’approvvigionamento di cibo per le persone bisognose, riutilizzando alimenti che altrimenti andrebbero sprecati (secondo i dati di Banco Alimentare in Italia sono circa 6 milioni di tonnellate ogni anno).

FFG_DEFSe il momento dei pasti durante convegni, congressi o eventi rappresenta uno spazio piacevole di convivialità e socialità, aderendo a Food for Good con semplici operazioni, il cibo in eccesso può essere destinato a Banco Alimentare e Equoevento, che lo consegneranno a strutture che assistono persone indigenti, geograficamente prossime al luogo dell’evento, così da garantire il rispetto delle prescrizioni di legge in materia di conservazione dei cibi.

Sul sito di Federcongressi&eventi è possibile scaricare i materiali informativi e i modelli di comunicazioni a disposizione degli organizzatori che desiderano informare i loro clienti e/o i partecipanti.

L’esperienza del Centro Congressi Genova.

Porto Antico di Genova Centro Congressi è stato tra i protagonisti della sperimentazione che ha portato alla finalizzazione del Progetto.

La prima fase di test – 15 eventi dal 12 febbraio al 1 luglio presso Palacongressi di Rimini, Porto Antico di Genova Centro Congressi e gli eventi gestiti da MZ Congressi di Milano (tutte e tre strutture associate a Federcongressi&eventi)- ha dato risultati significativi e incoraggianti: oltre 2.500 le porzioni di cibo recuperate e redistribuite!

A Genova il recupero è potuto avvenire grazie alla fattiva collaborazione della azienda di catering Capurro Ricevimenti srl.

I caterer genovesi già operano da tempo autonomamente per il recupero del cibo. Con l’adesione al Progetto da parte di Porto Antico di Genova Centro Congressi, dei caterer e degli organizzatori che presso il Centro lavorano, l’auspicio di tutti è che tale operazione possa avvenire in maniera strutturata, continuativa e, quindi, più efficace.

Lo staff di Porto Antico di Genova Centro Congressi è a disposizione per maggiori informazioni sul recupero ai Magazzini del Cotone.