Gru di ieri e di oggi.

Agli inizi del Novecento, dalle finestrone dei Magazzini del Cotone affacciate sul porto venivano portate dentro le merci. I bastimenti commerciali provenienti dall’Africa e dalle Americhe accostavano alla banchina del Molo Vecchio, e le gru, una ventina tra quelle a muro e quelle su binario, trasferivano ai balconcini i colli, che i cotonieri agganciavano con i raffi e stivavano all’interno.

Anche a noi, oggi, capita di fare queste operazioni con la gru e i balconi, di tanto in tanto. Per collocare sul palco dell’Auditorium i veicoli delle convention automobilistiche, li carichiamo dentro una gabbia, li solleviamo con l’autogru, e, da un portello sul fianco dell’edificio, li facciamo entrare in sala.

Via col vento.

Di norma quando ci toccano queste manovre, che sono delicate e che vanno gestite in gran parte dalla banchina, capitano quelle giornate di libeccio che spazzola le orecchie e scrolla i pennoni delle bandiere, e possibilmente piove anche di traverso, come solo a Genova riesce a piovere. Col vento è anche più difficile governare la gabbia e istradarla con le funi, e anche a calarsi il berretto di lana a filo degli occhi, si fa il pieno di libecciata.

Anche nella recente convention FIAT le manovre di carico dei due furgoni da sollevare sono state accompagnate da sostenute raffiche di vento. Col fiato sospeso abbiamo seguito la piattaforma che saliva lentamente nel vuoto col suo prezioso carico – e il guidatore a bordo! – l’accosto al portellone e l’entrata a filo di muro.

E alla fine, il reveal.

Posizionati al centimetro i mezzi sul palco, montate le scenografie, effettuate le minuziose prove tecniche, la presentazione del New Ducato, con giochi di luce, colonna sonora incalzante e reveal finale, ha sorpreso la platea dei dealer convenuti da tutta Italia.

Attraversando l‘area catering predisposta nei foyer e gustando un menù a km zero, gli ospiti hanno potuto verificare le qualità dei diversi allestimenti della linea Ducato esposti sul piazzale della Testata di Molo, vista Lanterna, e apprezzare quelle del Porto Antico in una splendida giornata di sole.