Febbraio, tempo di  mimose e di convention.

Si è iniziato con Alleanza Assicurazioni, al Centro Congressi dei Magazzini del Cotone per la terza volta, con una platea di 700 persone tra agenti di tutt’Italia e management, oltre a qualche migliaia di collaboratori collegati in streaming.

Dalla segnaletica personalizzata interna ed esterna, sino al piazzale della Testata di Molo, si è levato il claim “noi lasciamo il segno”. E ancora, sul grande schermo della Sala Maestrale la scritta si è composta e reiterata tra le sciabolate incrociate dei laser e i giochi di luce.

Format consueto per il resto dell’incontro: un welcome coffee nel foyer ha accolto i partecipanti, e a chiusura evento il Modulo consecutivo, affacciato sulla banchina del porto, ha ospitato il pranzo.

Digitali sì, ma incontriamoci. A Genova.

Anche se la strategia è fortemente incentrata sulla digitalizzazione, la convention resta, per l’AD Davide Passero, un momento molto importante per la condivisione della strategia e Genova una sede di particolare valenza e significato.

La storia di Alleanza, come abbiamo raccontato in occasione della precedente convention, è profondamente legata a Genova – dove la compagnia assicurativa fu fondata oltre un secolo fa  -tanto che il logo riporta l’emblema di San Giorgio, protettore della città. E da Genova sono partite le sfide innovative degli ultimi anni.

Così commenta Passero in una intervista a La Repubblica:

Ho visto compiere a Genova un grande salto in avanti. Per noi è un simbolo, è la capacità di chi ha saputo guardare all’ignoto. E sulla scelta della nostra convention, i Magazzini del Cotone, ha di certo influito la seduzione estetica.

Riconferme.

Chiuderà Febbraio un’altra convention assicurativa: quella di UnipolSai che, con un roadshow di dodici tappe, tra gennaio e marzo presenta agli agenti di tutta Italia i risultati dell’attività degli ultimi mesi e le azioni e gli obiettivi previsti per il futuro.

Si tratta di  un ritorno ai Magazzini del Cotone anche per UnipolSai, che per la terza volta conferma il suo gradimento per la città e per la location.

Convention: la riuscita è assicurata!

Ma le sale dei Magazzini hanno ospitato con successo anche i meeting di altre primarie compagnie, come Helvetia, Allianz, Axa,  e l’International Union of Marine Insurance ha scelto gli spazi del centro congressi genovese per due edizioni della sua prestigiosa IUMI Conference.

Destinazione alquanto adeguata, si potrebbe dire, al di là di funzionalità e appeal turistico: la storia delle assicurazioni parte infatti proprio dai moli e dagli scagni genovesi.

E’  a Genova, infatti, che nel 1424 venne fondata la prima società di assicurazioni, nota come Tam mari quam terra. E non è l’unico primato in materia. Sempre qui le cronache attestano, già alla fine del 1200, la stipula di una delle prime polizze di cui si abbia notizia, nonché il primo codice in materia, ordinato a Genova nel 1369 dal doge Gabriele Adorno.