La racchetta della Sharapova.

Per riassumere le principali caratteristiche: leggerissimo e con lo spessore minimo in assoluto tra i materiali esistenti, ma con la resistenza meccanica del diamante, 200 volte più forte dell’acciaio ma con la flessibilità della plastica,  eccezionale conduttore di calore e di elettricità, quasi trasparente eppure impenetrabile e impermeabile …

Questo è il grafene, materiale nanotecnologico di recente scoperta e oggetto di sperimentazione in tutto il mondo da parte di centinaia di gruppi di ricerca. Le sue molteplici proprietà paiono quasi magiche e fanno prospettare infinite applicazioni e probabili rivoluzioni nel mondo dell’elettronica, del fotovoltaico e delle applicazioni sensoristiche. Si potranno per esempio costruire batterie nanotecnologiche resistentissime, supercapacitori per lo sviluppo di automobili ibride, cellulari di lunga durata, o anche desalinizzare l’acqua del mare e sequenziare frammenti di DNA in modo estremamente veloce.

Ecco intanto spiegato il segreto dei micidiali colpi da fondo campo di Novak Djokovic e delle palle tese di Maria Sharapova: entrambi hanno adottato racchette da tennis a base di grafene!

@GrapheneConf.

Genova è stata scelta per ospitare  la sesta edizione della maggiore conferenza internazionale sul Grafene e i materiali 2D, dal 19 al 22 aprile al Centro Congressi dei Magazzini del Cotone,  Presidente il Dottor Francesco Bonaccorso dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. Tra gli organizzatori, appunto l’IIT, che a Genova ha creato un centro di ricerca sul nuovo materiale: i Graphene Labs, diretti dal Professor Vittorio Pellegrini , a capo anche del più grande progetto europeo sui nuovi materiali.

Il meeting ha portato al Centro Congressi del Porto Antico un ricco panel di esperti di fama mondiale in materia, e oltre 700 partecipanti provenienti da 50 paesi, in particolare da Cina, Spagna, Corea, Germania, U.K., U.S.A.

I lavori sono stati intensi, ma come sempre c’è stato spazio anche per la scoperta della città, e le belle giornate di una primavera già sbocciata hanno gratificato i partecipanti durante il loro soggiorno. Per gli eventi conviviali,  due sedi di prestigio, giudicate eccellenti dagli organizzatori: Palazzo Ducale per la cena sociale e l’Acquario per la cena riservata a relatori e sponsor. 

E il Centro Congressi? Sempre molto apprezzato! Così commenta Viviana Estêvão, della Phantoms Foundation di Madrid, PCO del meeting:

The congress center is very well located with great and stunning views. The Maestrale room is really amazing! The venue facilities were great and met our needs. It is definitely a peculiar venue, quite different from what we are used to…