Anche se non avete dimestichezza con la Scala di Mohs, che classifica la consistenza dei minerali, vi è sicuramente noto che il talco è il più tenero, il diamante il più duro. Giusto alla metà della scala si trova l’Apatite, e verrebbe da pensare che da questo suo carattere d’ indeterminatezza derivi appunto il nome. Lo deve in realtà ad Apate, dea greca dell’inganno, perché alla vista questa bella pietra la si può confondere con diversi altri minerali. Se siete tra quanti credono alle virtù terapeutiche delle pietre, sappiate – inoltre – che è considerata una potente fonte d’ispirazione emozionale ed è ritenuta utile per le ossa, per l’assorbimento di calcio, per le cartilagini, per i denti e per le abilità motorie in generale.

Vedete? Il mondo dei minerali è sfaccettato proprio come una gemma ben tagliata.

Semplicemente belle.

Pensate a quanta potenza è racchiusa in una piccola pietra! La straordinaria forza dei processi geologici che modificano la materia. Le energie che determinano addensamenti di atomi e aggregazioni di elementi chimici. Gli algoritmi del progetto misterioso che dispone i cristalli in geometrie regolari. Le vibrazioni dalle proprietà guaritrici. E, più semplicemente, l’incanto emanato dalla loro bellezza.

Cotone e pietre.

Per appassionati:

Se siete appassionati di mineralogia, non mancherete il consueto appuntamento annuale con l’esposizione genovese organizzata da Webminerals: Genova Mineral Show, il 6 e il 7 Maggio. La Mostra Mercato di Minerali, Fossili, Pietre Dure, Gemme,  per la quindicesima volta riporta nei Moduli dei Magazzini del Cotone nel Porto Antico le meraviglie della terra in esposizione. Ormai posizionata a buon diritto tra le manifestazioni di spicco del settore, anche quest’anno coinvolge espositori selezionati e qualificati e una crescente offerta rivolta ai collezionisti.

Per curiosi:

Se siete semplicemente curiosi, entrate liberamente a fare un giro tra i banchi: potrete ammirare le proposte di oltre 80 espositori. Forse vi attireranno in particolare le gemme e i bijoux, o forse invece il repertorio dei fossili e delle conchiglie. Per chi fosse in vena di approfondimenti, ci sono anche libri e riviste del mondo mineralogico, e attrezzature di supporto per chi volesse cimentarsi sul campo.

E chissà che infine non usciate dai padiglioni del Centro Congressi conquistati da un nuovo, appassionante, hobby.

Nel calendario del Centro Congressi trovate le informazioni!